Barbabietola Detroit – varietà da tavola di selezione italiana

Per il consumo fresco, lo stoccaggio e la lavorazione, molti giardinieri coltivano barbabietole di Detroit. Circa 100 giorni dopo l’emergere delle piantine dal giardino, puoi raccogliere radici arrotondate di medie dimensioni che ti delizieranno con un bel colore marrone e un gusto eccellente.

Barbabietola Detroit

La barbabietola Detroit ha una polpa succosa

Barbabietola Detroit - varietà da tavola di selezione italiana

Barbabietola Detroit di colore scuro senza striature bianche

Descrizione della varietà

La barbabietola Detroit è l’orgoglio della selezione italiana, che è stata registrata nel 1994, e dopo 3 anni è entrata nel Registro statale delle piante della Federazione Russa per la coltivazione nelle regioni del Centro e dell’Estremo Oriente. Con successo, la varietà viene coltivata anche in Moldavia e Ucraina. Le sue caratteristiche le potete trovare nella tabella seguente:

Parametro

Descrizione

Tempo di maturazione La varietà è di mezza stagione – il periodo dalla germinazione alla maturità tecnica è di 85-105 giorni. Regioni di coltivazione La coltura è adatta alla coltivazione in piena terra nelle regioni con clima temperato e caldo. Ha un potente apparato fogliare e un forte apparato radicale, quindi tollera la siccità.
Può essere coltivata anche in zone climatiche fresche e temperate sotto copertura di pellicola, poiché si adatta bene ai cambiamenti climatici, sopporta leggere gelate e germoglia anche con semina invernale. Pianta La rosetta fogliare, di media altezza, è semieretta ed è costituita da piccole foglie ovali che “poggiano” su lunghe talee.
Il piatto fogliare ha un colore verde brillante ed è diluito con venature rosso-viola di colore antocianico. La sua superficie è leggermente frizzante e ondulata lungo i bordi. Anche il picciolo, dipinto in una tonalità rosso-viola, attira l’attenzione. Colture a radice La coltura porta frutti con colture a radice con i seguenti parametri:

  • modulo – arrotondato e leggermente allungato verso la coda, allineato, senza difetti;
  • peso – da 150 a 200 g;
  • radice assiale – magro, corto e rosso;
  • pelle – liscio, sottile, rosso scuro;
  • carne – denso, tenero e succoso, di colore granata intenso, senza venature e anelli bianchi, con un contenuto del 17-20% di sostanza secca e del 12-14% di zuccheri (per 100 g).
LEGGERE  Malattie comuni e parassiti delle barbabietole

Utilizzo Le barbabietole da tavola possono essere consumate fresche, utilizzate in cucina, anche per preparare decotti e succhi. Può essere coltivato anche per la vendita di prodotti in trave. Produttività Da 1 quadrato. m i letti potranno ottenere fino a 9 kg di frutta e da 1 ettaro – 362-692 centesimi. Resa del prodotto ad un buon livello – 82-91%. Mantenere la qualità Le colture di radici possono essere conservate fino alla stagione successiva senza perdita di gusto e qualità commerciali.

Le caratteristiche delle barbabietole di Detroit sono descritte nel video qui sotto:

L’ibridatore ufficiale della varietà Detroit è TM Clause (Francia). I semi possono essere ordinati sul sito ufficiale dell’azienda o acquistati nei negozi di giardinaggio dell’azienda.

Varietà di barbabietola Detroit

Date le eccellenti caratteristiche e la popolarità della cultura, gli allevatori l’hanno utilizzata come base per creare le seguenti sottospecie di barbabietola:

  • Detroit Rosso Scuro (buiorosso). Una varietà a maturazione precoce che porta frutti con radici che pesano da 80 a 250 g. Hanno una caratteristica forma arrotondata e polpa di colore rosso scuro ad alto contenuto di zuccheri, priva di venature.
    Detroit Rosso Scuro (rosso scuro)
  • Detroit 6 Rubido. Un’altra varietà a maturazione precoce resistente al gelo e alla minima luce naturale, quindi può essere coltivata anche in zone ombreggiate. È ottimo per la vendita anticipata, quindi è popolare tra i giardinieri. Fruttifica con frutti tondeggianti con asta assiale sottile.
    Detroit 6 Rubido
  • Detroit 2 Nero. Varietà medio-tardiva a resa elevata che fruttifica con radici con polpa di colore bordeaux, poco incline all’accumulo di nitrati. Eccellente per la conservazione a lungo termine.
    Detroit 2 Nero
LEGGERE  Guida passo passo alla coltivazione della bietola

Nel giardino puoi seminare contemporaneamente tutte le varianti di barbabietole di Detroit per scegliere la stagione successiva la varietà che porterà la resa maggiore, mostrerà resistenza a malattie e parassiti.

Modalità e date di sbarco

Le barbabietole di Detroit possono essere coltivate in due modi:

  • Attraverso la semina diretta dei semi nel terreno. Una tecnica popolare che consente di coltivare un raccolto in due stagioni, poiché i semi possono essere seminati sia in primavera che prima dell’inverno. Nel primo caso, il periodo di semina ottimale va dalla fine di aprile all’inizio di maggio (dopo che la terra si è riscaldata a + 10 … + 13 ° C), e nel secondo – all’inizio di novembre.
  • piantine. Consente di risparmiare semi e ottenere un raccolto anticipato, poiché le radici maturano 2-3 settimane più velocemente rispetto alla semina diretta dei semi nel terreno. Tuttavia, questa tecnologia presenta anche degli svantaggi: aumenta la sensibilità delle piantine alle fluttuazioni di temperatura e riduce la loro resistenza alle malattie. I semi dovrebbero essere seminati per le piantine all’inizio di aprile. Dopo circa un mese i germogli possono essere trapiantati in giardino.

Selezione e preparazione del sito

Per ottenere un ricco raccolto di radici, è necessario coltivare le barbabietole in un’area adeguatamente selezionata e ben preparata. Quando si sceglie un sito di atterraggio, è necessario considerare i seguenti requisiti:

  • il sito dovrebbe essere soleggiato e protetto dalle correnti d’aria, poiché la pianta non tollera bene l’ombreggiatura e richiede intensità di illuminazione;
  • il luogo dovrebbe avere una buona umidità, poiché le barbabietole di Detroit sono verdure che amano l’umidità;
  • è auspicabile che cetrioli, pomodori, patate o cipolle crescano sul sito la scorsa stagione (tutti i tipi di cavoli e carote sono predecessori inaccettabili);
  • il terreno del giardino deve essere sciolto, fertile e con acidità lieve o neutra.
LEGGERE  Barbabietole bordolesi: abbondanza in giardino

Meglio di tutto, la cultura porta frutti su terreni medio-argillosi e sabbiosi-argillosi con una quantità sufficiente di sostanza organica.

Un luogo con parametri adeguati deve essere preparato in anticipo per le barbabietole: in autunno, scavare con una pala su una baionetta, rimuovere i detriti vegetali e applicare fertilizzanti organici (humus, letame marcito). Se il terreno ha un’elevata acidità, è necessario aggiungere cenere, farina di dolomite o calce.

Preparazione del seme

I semi di barbabietola germinano lentamente, quindi devono essere lavorati prima della semina in piena terra o per piantine. Ecco modi efficaci:

  • Immergere il materiale di semina per un giorno in acqua tiepida. Durante questa procedura, cambiare l’acqua 2-3 volte, quindi asciugarla e seminarla nel terreno. Se durante l’ammollo i semi si attaccano tra loro, non devono essere separati, per non causare loro danni irreparabili.
  • Piega un pezzo di stoffa in 2 strati e immergilo in acqua o in una soluzione debole di permanganato di potassio, quindi mettilo su un piattino. Metteteci sopra 50-100 semi e coprite con lo stesso panno umido. Togliere il sottovaso in un luogo caldo (+18…+25°C) per 4 giorni. Durante questo periodo, è necessario inumidire regolarmente il tessuto in modo che non si secchi. È anche impossibile riempirlo d’acqua, per non provocare marciumi del materiale di semina.
  • Per la vernalizzazione, disporre i semi in uno strato di 3-4 cm in una teglia smaltata e versare 50 litri di acqua. Dopo 32 ore aggiungere la stessa quantità di acqua. Conservare il vaso ad una temperatura di +15…20°C per 2-3 giorni, precedentemente coperto con un panno umido. Successivamente, versare i semi in una scatola con uno strato massimo di 3 cm e conservarli per 10 giorni in una stanza fresca.
LEGGERE  Come innaffiare le barbabietole in piena terra?

I semi preparati potranno germogliare meglio, mostrare resistenza a molte malattie e dare un raccolto anticipato.

Piantare barbabietole

Prima della semina, il letto deve essere annaffiato abbondantemente in ragione di 10 secchi d’acqua ogni 20 m. Se la semina avviene su una superficie piana è meglio predisporre nastri a due righe.

Semina dei semi

Lo schema per la semina è il seguente:

  • distanza tra i semi in fila – 15 cm;
  • distanza tra le file – 35-30 cm;
  • profondità di semina in terreni ordinari – 3 cm, e in torba – 5 cm;
  • tasso di semina – 1-1,5 g per 1 mq.

Dopo la semina, i semi devono essere cosparsi di terra, il letto deve essere pacciamato e, nelle regioni fresche, coperto con un foglio. In condizioni ottimali (temperatura dell’aria + 4-5 ° C), i primi germogli appariranno tra una settimana.

Durante la semina, i semi di barbabietola possono essere mescolati con semi di spinaci. Ciò contribuirà a prevenire lo sviluppo attivo di erbe infestanti pericolose per Detroit. Quando compaiono i primi germogli, gli spinaci devono essere rimossi o lasciati per un altro mese, e poi raccolti.

Se le barbabietole vengono coltivate attraverso le piantine, le piantine devono essere trapiantate in un luogo permanente quando il terreno si riscalda a + 15 … + 20 ° С. Tra i solchi vale la pena mantenere 10-12 cm e tra le file – 45 cm.

LEGGERE  Caratteristiche e regole per la raccolta delle barbabietole a settembre

cura dell’atterraggio

La varietà Detroit non ha una cura stravagante, ma richiede l’implementazione tempestiva di una serie di misure agrotecniche, che è particolarmente importante nel caso della coltivazione della barbabietola attraverso le piantine. La cura adeguata prevede le seguenti manipolazioni:

  • Irrigazione. Fino alla formazione delle radici, annaffiare intensamente il letto, quindi ridurre la frequenza di inumidimento a 1 volta a settimana in ragione di 15 litri di acqua per 1 mq. È preferibile annaffiare il sito al mattino presto o alla sera. Il terreno non deve essere né eccessivamente asciutto né eccessivamente bagnato. Smettere di annaffiare completamente un mese prima del raccolto previsto.
  • Allentamento e diserbo. Un letto umido deve essere allentato per migliorare lo scambio di gas e la permeabilità all’aria del terreno. Non dovrebbe essere consentita la formazione di “grumi” di terra, poiché non consentono ai nutrienti di penetrare nel terreno e rallentano la crescita dei cespugli. È altrettanto importante “pulire” costantemente il sito, poiché le erbacce soffocano le giovani piantagioni, riducendo la qualità del raccolto.
  • Pacciamatura. Per trattenere l’umidità nel terreno e sopprimere la germinazione delle erbe infestanti, il letto deve essere pacciamato. È stato notato che le radici crescono più grandi in un’area pacciamata.
  • Diradamento. La procedura dovrebbe essere eseguita 2 volte a stagione e solo con tempo nuvoloso. Vale la pena diluire le barbabietole secondo questo schema:
    • nella fase della comparsa di 2-3 foglie vere – rimuovere l’erba e i germogli deboli, lasciando 3-4 cm tra i cespugli;
    • nella fase di formazione di 4-5 foglie – espandere gli spazi tra le piante a 7-8 cm.
  • Concimazione aggiuntiva. I fertilizzanti devono essere applicati più volte durante la stagione, ma la loro sovrabbondanza non dovrebbe essere consentita, poiché ciò provocherebbe la rottura delle radici e la formazione di vuoti in esse. Ecco lo schema di alimentazione ottimale:
    • nella fase di 2-3 foglie (dopo il diradamento) – applicare fertilizzanti organici per saturare il terreno con azoto;
    • nella fase di diserbo – applicare fertilizzanti di potassio al terreno (16-20 g per 1 mq).

    Lo schema di alimentazione può essere modificato a seconda dell’aspetto delle piante: se le cime si schiariscono, aggiungi potassio e se le vene diventano rosse – sodio.

  • Protezione contro malattie e parassiti. Per le barbabietole di Detroit, il marciume (bianco, grigio) e la peronospora possono essere pericolosi. Tra i parassiti pericolosi sono Medvedka e Winter Scoop. Per prevenire il loro danno, è necessario nutrire le piante con fertilizzanti di potassio e diserbare regolarmente il sito.
LEGGERE  Coltivazione di barbabietole da foraggio per animali

Raccolta e stoccaggio dei raccolti

Durante la semina primaverile, puoi raccogliere le radici nell’ultima decade di settembre. A questo punto saranno completamente maturi e saranno della massima qualità. Per non sbagliare i calcoli con il tempo di raccolta, dovresti prestare attenzione alle condizioni degli steli: nelle radici mature si seccano e ingialliscono.

È meglio raccogliere le barbabietole con clima secco e caldo in assenza di rugiada. Ciò ti consentirà di asciugare le radici per un po ‘di tempo al sole, il che influirà favorevolmente sulla loro qualità di conservazione.

Le barbabietole sono senza pretese per le condizioni di conservazione. L’importante è conservarlo in un luogo fresco senza umidità in eccesso. La temperatura ambiente ottimale è +2-3°C. Molti giardinieri conservano le barbabietole in cantina insieme ai tuberi di patata o in sacchetti di plastica con una capacità di 15-20 kg. I sacchetti devono essere legati, ma aperti leggermente per un po’ quando si forma la condensa, in modo che evapori attraverso un piccolo foro.

Come viene raccolta la barbabietola di Detroit può essere vista nel seguente video:

Pro e contro della varietà

Il valore delle barbabietole di Detroit risiede nelle seguenti caratteristiche:

  • germina in modo uniforme e dà una resa costantemente elevata;
  • porta frutti con radici di uguale forma e dimensione con eccellenti qualità commerciali e scopo universale;
  • mostra resistenza alle malattie e tsvetushnost;
  • sopporta il congelamento a breve termine del terreno;
  • ha una massa vegetativa e un apparato radicale potenti, quindi non teme il caldo e le condizioni di crescita sfavorevoli;
  • è soggetto a conservazione a lungo termine fresca senza perdita di gusto e proprietà utili, e anche…
LEGGERE  Come piantare le barbabietole in autunno?