Endometrite nelle mucche

Una malattia come l’endometrite nelle mucche si sviluppa più spesso durante il parto. Allo stesso tempo, una serie di fattori influenzano il suo sviluppo, tra cui condizioni antigeniche nel reparto maternità, cure ginecologiche improprie nel processo e molto altro. Il risultato di tale violazione nel lavoro del corpo può essere la completa sterilità dell’animale o addirittura la sua morte.

Endometrite malattia

Cos’è l’endometrite?

Questa malattia si manifesta sotto forma di infiammazione della mucosa uterina in una mucca, dovuta all’ingestione di microflora patogena. Molto spesso, tali cambiamenti nel corpo possono essere rintracciati nell’animale durante il parto. In questo momento, l’utero diventa estremamente sensibile e reagisce bruscamente a qualsiasi influenza negativa. E poiché il corpo dell’animale si presta a un grave esaurimento durante il parto, i meccanismi di difesa in esso contenuti sono fortemente indeboliti, il che contribuisce solo alla comparsa dell’endometrite.

Dopo l’infezione, i sintomi possono comparire nei primi 3-9 giorni, oppure la malattia si sviluppa per qualche tempo in forma latente, il che complica notevolmente il trattamento. Inoltre, è la forma latente della malattia che porta alla sterilità nei bovini.

Va notato che l’endometrite è pericolosa anche perché nel processo di sviluppo della malattia l’area interessata è in costante espansione. In assenza di un trattamento tempestivo, passa dalla mucosa ai muscoli dell’utero, dopo di che si diffonde agli organi circostanti.

Cause dell’apparenza

L’infiammazione dell’utero di una mucca è una conseguenza dell’ingestione di un’infezione. Inoltre, ci sono molti microrganismi diversi che possono causare questo processo patologico. Tale microflora può già trovarsi all’interno dell’animale, ma solo con una diminuzione della resistenza complessiva dell’organismo alle infezioni si manifesta il suo effetto distruttivo.

Mantenere il bestiame in cattive condizioni

Le principali cause di infezione dell’utero con agenti patogeni includono:

  1. Errori nella cura ostetrica di un animale. L’agente patogeno può essere introdotto all’interno se lo strumento, le mani o gli indumenti del veterinario non sono sufficientemente disinfettati. Inoltre, la rimozione spesso impropria del vitello porta a una violazione dell’integrità della mucosa, che apre l’accesso all’infezione. L’infezione può verificarsi anche se il taglio cesareo non viene eseguito correttamente.
  2. Infezione durante l’estro in una mucca. Soprattutto spesso si sviluppa sullo sfondo di gravi condizioni antigeniche nei luoghi di detenzione.
  3. Lo sviluppo dell’endometrite come malattia secondaria sullo sfondo di una malattia più ampia. Quindi, se la membrana fetale non può fuoriuscire a causa della prima malattia, i batteri iniziano a svilupparsi al suo interno, causando ulteriore infiammazione.
  4. Infezione dell’utero dovuta a inseminazione errata e traumatica.

Di grande importanza nella comparsa di questa malattia sono anche le condizioni di detenzione, che influenzano direttamente il grado di sviluppo del sistema immunitario. In questo caso i parametri più importanti sono:

  1. Le condizioni dei locali in cui vive il bestiame. La mancanza di pulizia regolare, la tenuta angusta della mandria, le condizioni di bassa temperatura possono contribuire allo sviluppo e alla diffusione dell’agente patogeno.
  2. Dieta squilibrata. L’alimentazione senza tener conto dei bisogni primari del corpo dell’animale porta ad una diminuzione delle sue proprietà protettive, nonché a un deterioramento delle condizioni generali della mucca.
LEGGERE  Razza di vacche Aberdeen Angus

Tipi e sintomi

L’endometrite nei bovini può manifestarsi in diverse forme. Ed è estremamente importante distinguere i segni clinici che accompagnano ciascuno di essi. Ciò aiuterà a scegliere il trattamento più accurato e a ridurne significativamente i tempi. Le principali forme della malattia includono:

  1. Endometrite catarrale.
  2. Endometrite purulenta – catarrale.
  3. Endometrite fibrinosa acuta.
  4. Metrite necrotica.
  5. Metrite settica gangrenosa.

endometrite nelle mucche

endometrite nelle mucche

Endometrite catarrale

Questa variante dell’infiammazione copre solo gli strati superiori dei tessuti dell’utero. Ma, nonostante il fatto che l’area interessata sia piuttosto piccola, questa forma della malattia è particolarmente pericolosa perché è estremamente difficile identificarla con segni clinici.

L’endometrite catarrale si sviluppa immediatamente dopo l’inizio del parto in una mucca. In questo momento, le particelle di sangue, muco e tessuto morto vengono abbondantemente escrete dagli organi genitali esterni dell’animale. Il loro colore varia dal bianco al rosso-marrone. Allo stesso tempo, se l’animale non ha subito malattie, tali secrezioni dovrebbero essere inodore.

Non ci sono altri segni pronunciati in questa forma del decorso della malattia, il che significa che non è possibile identificarlo nelle condizioni di detenzione dell’animale. Tuttavia, se la variante catarrale non viene rilevata in tempo, molto spesso si sviluppa in endometrite purulenta-catarrale.

Endometrite purulento-catarrale

Questa variante della malattia si sviluppa circa 5-8 giorni dopo il parto. Durante questo periodo, il numero di microrganismi nell’utero aumenta in modo significativo e i loro prodotti di scarto avvelenano gradualmente altri tessuti. Tale impatto è accompagnato dalle seguenti caratteristiche:

  • un leggero aumento della temperatura corporea della mucca;
  • mancanza di appetito;
  • una forte riduzione della produzione di latte.
LEGGERE  Come ingrassare correttamente il bestiame

Inoltre, nelle secrezioni dei loro organi genitali sono chiaramente visibili grumi di pus bianco o grigio-verde, la cui quantità è in costante crescita. A questo proposito, i lochia acquisiscono un odore sgradevole. Al mattino presto la fuoriuscita di pus è particolarmente intensa e vicino all’animale può raccogliersi in intere pozzanghere.

Sintomo di endometrite purulenta - catarrale

Sintomo di endometrite purulenta – catarrale

Con lo sviluppo della malattia, i suoi segni clinici diventano più pronunciati. Sono espressi in tali momenti:

  • Le secrezioni acquisiscono una consistenza più densa e il loro colore cambia in marrone scuro. L’odore di marciume è notevolmente migliorato. Tale essudato viene rilasciato proprio durante il processo di minzione o defecazione;
  • Segni caratteristici compaiono anche nel comportamento dell’animale. Spesso si mette in posa con la schiena arcuata e rimane così per molto tempo, sollevando la coda. Di lato è evidente che la mucca prova dolore;
  • Nelle fasi successive dello sviluppo dell’endometrite, la secrezione è caratterizzata da un colore grigio torbido o giallo.

Endometrite fibrinosa acuta

Questo tipo di malattia si sviluppa, di regola, sullo sfondo di un danno meccanico all’utero nel processo di assistenza ostetrica o con un ritardo nella separazione della placenta. Con le buone condizioni generali della mucca e i sistemi protettivi del suo corpo, non ci sono praticamente sintomi esterni della malattia. L’animale si sente normale, ha un appetito e un’attività abbastanza elevati.

Significativamente, con tale infiammazione, una grande quantità di proteina fibrina viene rilasciata dai tessuti dell’utero, che si deposita sulla mucosa con pellicole giallo scuro. Inoltre, nelle secrezioni si possono trovare fili della sostanza, che acquisiscono una tonalità giallo-brunastra.

LEGGERE  Come realizzare da solo una mangiatoia per mucche?

Importante! Con il rilevamento prematuro della malattia, sfocia in una forma grave, già le sfere profonde della mucosa sono suscettibili di danni.

Metrite necrotica

La forma necrotica può verificarsi a seguito dell’ulteriore sviluppo di uno qualsiasi dei suddetti. In questo caso, i muscoli e altri tessuti sono già danneggiati. Durante il processo infiammatorio viene rilasciata una sostanza speciale che interrompe l’accesso di nutrienti e ossigeno alle cellule. Di conseguenza, il tessuto muore e collassa rapidamente e al suo posto compaiono ulcere aperte.

Forma necrotica della malattia in un vitello

Forma necrotica della malattia in un vitello

Come risultato della formazione di ulcere per la microflora patogena, si apre l’accesso ai vasi sanguigni, attraverso i quali può spostarsi verso altri organi, causando complicazioni nel loro lavoro. Di norma, la metrite necrotizzante acuta è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • La temperatura aumenta bruscamente.
  • Le luci diventano rosse. Mostrano chiaramente particelle di tessuti che hanno ceduto alla necrosi.
  • Il battito cardiaco e la respirazione della mucca sono notevolmente accelerati.
  • Appare una grave diarrea, che non può essere fermata dai farmaci.
  • Se il midollo spinale è danneggiato si verifica la paralisi.

Metrite settica gangrenosa

Con lo sviluppo di tale endometrite, le pareti dell’utero si ispessiscono. I tessuti morti e la microflora continuano a rilasciare una grande quantità di tossine, che vengono sempre più assorbite nel flusso sanguigno e portano alla sepsi. Nell’utero si accumula una grande quantità di liquido che può provocarne la rottura. Allo stesso tempo, la condizione della mucca è estremamente grave, che si manifesta nei seguenti sintomi:

  • La temperatura sale a 41 gradi e oltre.
  • L’animale non può alzarsi in piedi.
  • Lo scarico diventa rosso scuro o nero.
  • A poco a poco, l’essudato inizia ad accumularsi nell’utero e non viene rilasciato.
  • La mucca si rifiuta di mangiare.
LEGGERE  Bufalo asiatico

Con questa forma di malattia l’animale muore nel più breve tempo possibile.

Diagnostica

La diagnosi della malattia viene effettuata in modo complesso. Prima di tutto, viene effettuato un esame esterno degli organi genitali, l’osservazione delle condizioni generali dell’animale e l’identificazione di segni clinici pronunciati di endometrite.

Esame rettale

Esame rettale

Dopo l’esame si effettua un esame rettale o vaginale mediante palpazione. In questo caso, i principali segni della malattia sono i seguenti:

  • un aumento delle dimensioni dell’utero;
  • scende più in basso nella regione addominale dell’animale;
  • all’interno si accumula molta umidità;
  • i muscoli si atrofizzano significativamente e le contrazioni uterine diminuiscono.

Al termine della palpazione viene eseguito un esame istologico. Implica lo studio del materiale prelevato dall’utero di una mucca (particelle di tessuto) per la presenza di uno specifico microrganismo patogeno.

Schema per il trattamento dell’endometrite nelle mucche

Il trattamento dell’endometrite nei bovini, così come la diagnosi, viene effettuato in modo complesso. Nella sua implementazione, lo specialista lavora in tre direzioni contemporaneamente:

  1. Rimozione di un animale da una condizione grave.
  2. Trattamento dei focolai di infezione.
  3. Distruzione dell’agente patogeno che ha causato la malattia.

Prima di tutto, il corso del trattamento prevede la rimozione del liquido in eccesso dall’utero infiammato. Per questo vengono utilizzate soluzioni battericide, tra cui:

  • una soluzione acquosa di iodio;
  • una miscela di acqua con furacilina;
  • soluzione di ittiolo con una concentrazione del 3%.
LEGGERE  Paratifo nei vitelli

Attenzione! È vietato il lavaggio con sepsi e forme necrotiche della malattia. In questo caso vengono utilizzati altri metodi.

Inoltre, sulla base di un esame istologico, vengono selezionati farmaci antibatterici, con l’aiuto dei quali viene disinfettato l’utero. I più popolari a questo proposito sono i bastoncini di Uterosan e Furazolidone. Forniscono la lotta contro gli agenti patogeni, accelerano i processi rigenerativi, aumentano la funzione protettiva del corpo. Inoltre, la novocaina mostra un’efficacia piuttosto elevata nella lotta contro la microflora. Tra gli ultimi sviluppi vale la pena evidenziare il farmaco VIZHUS, che contiene agenti patogeni già inattivi nella sua forma pura.

Bastoncini di furazolidone

Bastoncini di furazolidone

Parallelamente alla lotta contro la microflora dannosa, vengono ripristinati anche il tono dell’utero e la sua funzione contrattile. In questo caso vengono utilizzate iniezioni di carbacolo o ossitocina. Il farmaco viene somministrato 1-2 volte al giorno per 3-4 giorni. Allo stesso tempo, affinché dia il massimo effetto, una certa dose di estrogeni viene iniettata nella mucca 12 ore prima della sua somministrazione.

Importante! Se il trattamento inizia dopo 2 mesi dallo sviluppo della malattia, nella maggior parte dei casi è ancora possibile salvare l’animale. Ma la mucca rimarrà già sterile. Pertanto è necessario agire il prima possibile.

Prevenzione

La parte principale delle misure per prevenire lo sviluppo dell’endometrite nelle mucche viene effettuata durante il periodo di asciutta e nel periodo postpartum. In questo momento, è particolarmente importante fornire al bestiame:

  • dieta corretta;
  • camminare regolarmente;
  • esami periodici dell’animale da parte di un veterinario;
  • rispetto rigoroso del programma per il lancio di una mucca prima del parto.
LEGGERE  Razza di vacche dalle corna corte

Inoltre, come misura preventiva, puoi applicare:

  1. Esami regolari da parte di un veterinario dopo il parto per…